Peso Specifico Teatro - Modena

Con Alessandra Amerio e Santo Marino

E con Allievi della compagnia

Regia di Roberta Spaventa

Produzione Peso Specifico Teatro

Tecniche: Teatro site-specific con pubblico itinerante, installazione performativa

Durata: 15′ per ciascun gruppo = 75′ per 5 gruppi

Età: Per adulti

COME NASCE:

Azioni dis-umane è una performance site-specific sulla violenza di genere sostenuta, nella sua produzione e nel suo debutto nel 2018, da Assessorato alle Pari Opportunità, UDI e Casa delle donne contro la violenza di Modena.

L’INSTALLAZIONE:

La performance che vede l’interazione tra teatro, danza e musica, si ripete in loop per un numero stabilito di turni ed è collocabile sia al chiuso che all’aperto. E’ previsto l’utilizzo di due luoghi adiacenti.

Il primo luogo rappresenta la stanza dei bambini orfani: vestitini sospesi in aria, tenuti da palloncini aerostatici a rappresentare la precarietà delle loro vite distrutte dalle violenze agite in famiglia. Nella seconda parte scarpe rosse sparse, accompagnano il pubblico fino alla visione: la stanza della mattanza, della violenza agita.

LA PERFORMANCE:

Nel primo luogo sei attori, seduti in riga su sedie di fortuna, si passano parola pronunciando famosi proverbi connessi allo stereotipo di genere, enfatizzati ed esasperati da un chiacchiericcio che diventa sentenza. Questa è la stanza dove si semina la violenza di genere, in cui tutti siamo coinvolti e responsabili, accettando, divulgando e amplificando le differenze di genere. Il pubblico è invitato a proseguire per giungere nel luogo della mattanza dove due attori stanno compiendo una danza d’amore e di morte: la donna di Barbablu sta subendo l’atto estremo della propria uccisione. Dopo l’ultimo colpo sferrato, l’attrice si rialza come un fantasma per tornare nella prima stanza, dove è presente la folla che ha contribuito al chiacchiericcio iniziale sino al radicamento dello stereotipo. La donna passa attraverso i vestitini appesi, conscia di dover abbandonare per sempre i bambini, mentre la folla, seduta, si rende conto della propria personale responsabilità.

Guarda l'intervista

Chiudi il menu